mercoledì 12 maggio 2010

Un APPUNTAMENTO LETTERARIO

ma anche un po' politico e un po' disegnato!
Nel prossimo numero (il 13) di ANIMAls, appena chiuso, e che troverete in edicola a giugno, avremo il racconto di un autore francese oggi piuttosto noto. Da poco è uscito il suo libro Le furiose, con le illustrazioni di Jean-Christophe Lie. Un giallo, un poliziesco, un feuilleton, pubblicato in Francia, prima a puntate e poi in libro, con illustrazioni a ogni capitolo.
Ironico, sensuale, contemporaneo... la storia ci riporta a ricordare anche Piazza Fontana e il delitto Pinelli.
Bene, perché dirvi questo con tanto anticipo?
Perché venerdì a Roma all'ESC (a San Lorenzo) ci saranno l'autore, il disegnatore, l'editore... e anch'io, che parlerò delle immagini e del rapporto testo e disegno.
Ecco l'invito, non mancate, se potete, sarà molto interessante, diffondete e poi parliamone (in fondo è poi il discorso iniziato dalla Nidasio in questo numero): che rapporto tra testo e disegni? Che valore hanno questi quando illustrano? Che ruolo?

3 commenti:

  1. Il dibatitto è interessante come non mai. In un momento come questo, dove prevale l'immagine elettronica mordi e fuggi (anche se talvolta bella: ma pur sempre fugace e involontariamente "superficiale"), è importante capire le dinamiche che muovono e incrociano testo e illustrazioni su carta. Illustrazioni a corredo e/o decorative o illustrazioni come "testo" parallelo?
    Ciao, Laura!

    RispondiElimina
  2. fabio visintin13 maggio 2010 13:58

    Concordo sul fatto che si tratta di un argomento molto importante, la tendenza attuale è quella secondo me di sovrapporre i due linguaggi e non come ha fatto la Nidasio di porsi in rapporto dialettico col testo, l'illustrazione può essere una lettura profonda del testo, quasi un'apparato critico senza la mediazione della parola scritta, per esempio il Pinocchio di Mattotti e quello illustrato da Innocenti sono entrambe letture profonde perchè al di là degli episodi illustrati ci danno una chiave di lettura dell'anima di quell'opera, te capì...mi dispiace non poter partecipare all'incontro, ma sarebbe un argomento a cui dedicare qualche pagina su Animals. ciao Fabio Visintin

    RispondiElimina
  3. sì, l'immagine non può ri-raccontare il descritto, un discorso parallelo, una summa che ne prende lo spirito, un commento a dialogo con il testo... tante soluzioni possibili... tra poco esco e ne vado a parlare...

    RispondiElimina